Vortice a risucchio

Non so nemmeno come ho fatto a passare indenne questa settimana finita qualche ora fa. Perchè sì, ovviamente sono già in ritardo per quella nuova che è cominiciata questa mattina.

Praticamente un vortice.
Parto giovedì e dopo 4 ore e mezza di treno (volevo morire) arrivo nelle marche dove si gira il territorio in lungo e in largo. Cornero, spiaggia, chiesina vecchissima, cibo, tanto cibo, agriturismo, montagne, colline verdi, risate, fotografie, tanto cibo again, ovviamente prendo freddo, io che soffro il freddo anche il 15 di agosto finisco a dormire con 13 gradi in stanza e il lenzuolo di lino. Sopravvivo, prendo un treno senza biglietto e torno a Milano. Torno a casa, scrivo, edito foto. poi lunedì di delirio: otto cose da incastrare insieme finite tipo tetris a cena con mamma e papà che si sono fatti lo sbatti di venire su a Milano perchè io il tempo di scendere al mare quando!??!
Quindi martedì. Evento a Milano super: da GAP come terimonial per la Vogue Fashion’s night Out. Mi auto convinco che non verrà nessuno e ci troviamo con migliaia di persone in coda che manco Belen. Che emozione incontrare persone che ti seguono da anni, che sono passate da Varazze per vedere dove sei cresciuta, che ti chiedono la foto insieme. No va beh, adrenalina, sono uscita di lì che stavo a mille e fino alle 3 di sonno nemmeno l’ombra! Tipo che avrei potuto fare una camminata di trekking e scalare i monti tanto ero carica. Io, perchè il mio piede era ko. Taglio atomico che mi ha messa ko. E quando dico ko non scherzo. Mix di scarpe sbagliate, calze dimenticate e in piedi camminando da una parte all’altra dalle 18 al mattino e sulla nocca del pollice del piede sinistro compare una lacerazione che ciao. A chi ovviamente? a me. Peccato che tutte le scarpe, havaianas a parte, poggino li per essere indossate. Pace amen, inizia il supplizio. La settimana va avanti ed inizia il circo della moda, puntuale come un orologio svizzero, di mercoledì mattina.

Stenderei un velo pietoso sulle scelte di alcune blogger (i pagliacci in confronto non sono nulla), sulle scelte di alcuni marchi, sulle scelte di alcune location (sfilare tutti uno vicino all’altro non è più semplice che far impazzire gli addetti ai lavori che devono attraversare tutta Milano in tempo zero a ogni cambio passerella?). Detto questo, la moda è sempre la moda, peccato che non camminando quasi ho saltato tutto o quasi, scoprendo che sono in grado di delegare, e nemmeno senza troppe preoccupazioni!
Incredibile, sono stata brava, ho scelto di scegliere, di delegare, di passare la responsabilità a chi mi aveva dimostrato di poter portare avanti le cose come se le avessi fatte io. E così, mentre io editavo e scrivevo, scrivevo ed editavo, Mara Giulia e Barbara affrontavano le sfilate ed i backstage, brave, pronte e sveglie! Così dovrebbero essere le persone! Come loro tre!

La settimana ha così intrapreso un percorso in discesa, dove organizzazione e molto molto lavoro l’hanno fatta da padroni! Il weekend ho tarellato anche io, fra presentazioni e backstage (che sogno Stella Jean) e qualche chiacchiera, un pranzo volante con l’amica del cuore e poi di nuovo in giro. A casa mi attendeva lui: il pc e l’editing do fotografie che mi ha accompagnata nell’attesa del tramonto del sole, che su Milano si è tinto di rosso: spettacolo.

Quindi oggi, posso respirare, scrivere e andare a letto presto. che sogno

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email

1 Comment

  1. Questo mi era sfuggito.
    Sempre un piacere leggerti qui.
    E grazie :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

→ Translate

→ Chi sono

Se fossi nata renna, sarei stata una sovversiva. Mi sarei ribellata a quel grassone con la barba bianca e non avrei mai collaborato, pacificamente, per la consegna dei regali

Day by day

September 2019
M T W T F S S
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30