Freccia rossa delle 18 eventi e lascio Milano le mie spalle.
Me ne scrollò la schiena come di un peso che si fa concreto tanto più le settimane senza viaggi e voli si susseguono.
Mi scrollò le spalle come dei pensieri che polverosi questa routine porta con sé.

E sembra solo fatica fare il bagaglio per 24 ore, prendere treni, taxi, fare check in e check out in alberghi dove difficilmente tornerai, ma fa bene alla testa: le dà respiro, la fa ossigenare e prendere nuova vita

Movimento fisico che si ripercuote su quello mentale, troppo preso durante la settimana a correre dietro a scadenze preimpostate che rovinano gli animi e gli intenti. Incespichiamo, sembriamo fermi ed invece dentro di noi, al di là della statica apparenza mettiamo tutti i nostri sforzi per restare a galla, magari con quell’eleganza dei cigni, così perfetti nel loro ambiente e così cattivi fuori

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email