Noi, come italiani, siamo un popolo che raccoglie punti.

Non ve ne siete accorti!?
Come no!?!?!? ci sono le raccolte per le completare l’album delle figurine, quelle per il videoregistratore da ritirare mentre fai benzina, quelle che ti permettono con soli 100 sacchi da 1 kg di croccantini per il gatto di avere a casa un simpatico plaid formato bambino (nel frattempo il gatto è diventato un bisonte a furia di magnà ma questi sono dettagli trascurabili..). Ci sono poi tutte quelle per abbigliamento vario che non ti saresti mai comprata in un negozio, ma “dato che è gratis” perchè no!?
Non ultimo una notissima catena di supermercati che impervia in Lombardia, ha da circa un mese fatto partire una raccolta figurine. Fai la spesa e ti arriva la magica bustina.

Ecco, io mi chiedo. Ma perchè!?!
voi, dico a voi che questa raccolta l’avete pensata! Ma perchè darle gratis?! La gente sta letteralmente impazzendo per questa raccolta, ma non per i figli, ma per loro stessi! In ufficio arrivano genitori con l’album nella 24ore pronti allo scambio della figurina doppia per accaparrarsi quella inedita! Scambi, sotterfugi, telefonate e mail in ufficio per raccattare l’ultimo degli Incredibili o la macchinina di Cars luccicante.

Non avendo figli, ed essendo uscita dal tunnel delle raccolte di collezionismo dopo essere letteralmente impazzita per le schede telefoniche (quelle che si usavano nei telefoni pubblici… mi sembra di parlare di preistoria), non mi è rimasta altra scelta che collaborare, portando le bustine ancora chiuse in ufficio, e distribuendole in maniera anonima!

Una però, lo confesso, l’ho tenuta: Tricchetto rulez! :)

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email