All’entrata della metropolitana mi sommergono di quotidiani gratuiti.

Una volta guadagnato, a fatica, il mio spazio sul vagone cerco di sbirciare i titoli degli articoli, giusto per avere un’idea generale delle notizie. Oggi, al primo titolo, mi sono arrabbiata. Odio quando viene manipolata l’informazione. Odio quando cercano di usarci come marionette sfruttando le psicosi colletive. La mala informazione in merito al nucleare, in Italia, è un fatto appurato e non più una possibilità. Ma arrivare a sfruttare il disastro giapponese di questi giorni per far leva sulle paure in merito alle centrali è ingiusto, è immorale, è da puri arrampicatori sociali che vogliono arricchirsi sulle spalle degli altri.

Io dico al nucleare. Adesso e sempre.

 
[La crisi libica, secondo uno studio Nomisma, potrebbe incidere molto su tariffe di gas e elettricità: "Caro greggio, in più 25 euro in bolletta"- cit. Metro 14/03/2011]

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email