Provavo una certa invidia per le vetriniste.

Provavo è una forma verbale inerente al passato, questo lo sappiamo tutti. Invidia è usato in accezione positiva, nel senso de la sana invidia, quella che ti sprona a fare meglio, ma pretendere che io sia creativa, sappia abbinare i colori, i tessuti e gli abiti con gli accessori in maniera innovativa, fino a catturare lo sguardo dei passanti, è chiedere troppo al mio dna già abbastanza flessibile. Invidare le vetriniste, può sembrare strano, curioso. Beh, io l’ho sempre fatto: perchè riescono in quello in cui non riuscirei mai io, cioè nel rendere pochi metri vetrati davvero interessanti per l’occhio abituato allo shopping. Credo che il loro sia un lavoro difficile, se vogliamo anche di responsabilità, perchè se gestisci le vetrine di importanti marchi sei sotto controllo più che in altri ambiti. Ebbene tutto questo sentimento è decaduto. Quando?

Sabato alle 4 e mezza del mattino: quando le ho viste al lavoro.

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email