Brividi sulla pelle e naso che pizzica.
Vi è mai capitato di ricordare un momento felice della vostra vita con la nitidezza che solo la mente lucida ed impressionata dallo stesso può comunicare? A me sì, molte volte. L’ultima?
In volo. Con la musica in cuffia e ho risentito una canzone spagnola che mi ha letteralmente sdradicata dall’aria che attraversavo per buttarmi rapida e violenta a Madrid. Un anno di vita intenso, assurdo, folle ma soprattutto felice. Partì così il bombardamento della testa: immagini a profusione, persino suoni ed odori di cucina buona la domenica mattina. Un balzo nella felicità, così reale da rendermi felice nuovamente.

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email