Troppa luce in certi bar
Troppa confusione per le strade
Troppe parole che al solo pronunciarle ti si stringono le viscere e ti fanno pizzicare il naso

Pensavo avesse nevicato questa notte. Pensavo che quel rumore che sentivo nel buio fossero i fiocchi che ad uno ad uno si posano intorno a me.
10 ore sveglia, che si sommano al debito di sonno che mi sono portata dietro. Il fuso ed il jet lag. I pensieri, le paure e il ricominciare di un ciclo come se il corpo fosse solo un contenitore di cose

Pillola rossa, pillola blu.
Male alla testa come schiacciata fra due morse, gli occhi che rifiutano le lenti a contatto e tu che cerchi i miei abbracci senza trovarli

Stare vicino agli altri non è sempre facile ed automatico. A volte è più difficile di quanto si pensi. Sopratutto se mi chiami Amore nel sonno, o forse era un mio sogno?

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email