Sono in ufficio e ricevo un what’s up. Arriva da Owen un mio amico che vive a Madrid.
E’ diventato papà. Di una bambina bellissima, che porterà il doppio cognome, come avviene sempre in Spagna.

Ma è speciale. Come lui e lei. Come la loro storia nata mentre vivevo là, in sordina, quasi come se non se ne rendessero conto.
Lui è stata una delle prime persone che ho conosciuto a Madrid, ed una delle poche che porto ancora nel cuore perchè la distanza temporale e fisica molto spesso divide ed allontana.

Lui è un uomo di cuore, una di quelle persone su cui puoi sempre contare. Uno di quelli che se ti presenti a casa sua alle 4 del mattino in lacrime ti prepara il latte caldo e ti ascolta. Che è disposto ad accompagnarti al supermercato fuori città con la macchina solo per farti contenta, uno di quelli che sa cosa significa avere una famiglia e la voleva con tutto se stesso. Stava con la persona sbagliata e aveva paura. Poi è arrivato l’amore vero e quando l’ho visto con lei era felice, di una felicità che non si può spiegare, che è difficile da esprimere. Era felice, anche solo a guardarla, come se avesse trovato in lei la luce del giorno ed il buio della notte. Si sono sposati a Tenerife l’anno scorso e ora è nata Lucia, bellissima. Quando ho visto la foto ho pianto, di gioia. Per lui che si merita la felicità di questa vita e la sensazione di essere felice della felicità di un’altra persona è fantastica

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email