Non penso che i giorni della settimana possano avere una loro anima, un loro proprio carattere. Dai, non è possibile.

Però credo – in maniera molto coerente con l’affermazione precedente – che le macchine e tutti i dispositivi elettronici ce l’abbiano. Ed anche le piantine acquatiche. Quelle si, ne avevo presa una all’ikea, ma non ha fatto una buona fine.

Cmq dicevo, che i dispositivi elettronici hanno un’anima e per questa ragione hanno anche diritto ad un nome! Per esempio, la mia macchina ha un nome, la mia macchina fotografica idem etc etc.. ma per mantenere una piccola parte di reputazione non starò qui ad elencarveli!

Comunque, oggi nelle mie varie incuriosioni su twitter ad un certo punto ne ho trovato uno che diceva “io odio il lunedì, perchè il lunedì è cattivo”. Ma dai, non è vero. E’ solo che è sfortunato. Mettiti tu nei suoi panni, arrivi dopo la domenica e già per quello non è che sei messo bene, è come se io entrassi in una stanza dopo che è entrata la modella di Intimissimi (perdonate ma non ricordo il nome, ma tanto non credo ci fareste molto caso anche se lo scrivessi): come minimo passo per trasparente. E li è sfiga perchè se entro dopo ‘na cozza magari qualcuno un’occhiata me la da! Ma sono punti di vista.

In ogni caso il tempismo nella vita è fondamentale, ergo la posizione del lunedì è già sfigata di per sè senza possibilità di cambiamento. Poi è quel giorno in cui devi fare di tutto e di più, non solo al lavoro ma anche nella vita. Tipo andare a fare la spesa, pagare le bollette, iniziare ad imbastire dei lavori e sopratutto cominciarli anche sarebbe buona cosa. Insomma la lista del TO DO è sempre lunghissima il lunedì. E che cavolo

La mia soluzione? sarà un po’ anti-dieta ma io un dolcino il lunedì me lo concedo sempre, tira su il morale ed è quasi innocuo. E poi non ditemi che con un dolcetto così fra le mani avete ancora voglia di dire che lunedì è cattivo!

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email