C’è un particolare momento quando corro in palestra che mi si apre una voragine nella testa. Iniziano i non ce la faccio, i non ho più fiato, le gambe cedono. Sento caldo, sento il ginocchio che inizia a farsi sentire, sento che il corpo sta per cedere. Sento la fatica fisica ed il punto di rottura che si avvicina
Lì diventa tutta una questione di testa, di metodo, di determinazione. Sei tu che devi dire al tuo corpo che ce la farà, che deve solo fare qualche altro passo, ingannarlo dicendo che correrà ancora solo per un minuto.
E così lo superi, te lo lasci dietro la schiena il punto di rottura e magicamente il corpo accetta quello che la mente le dice. Si lascia ingannare dal dito che preme +1 minuto sul display e glielo lascia fare più volte, fino a un obiettivo vicino, che cambia costantemente.

E poi quando davvero hai finito, quando ti senti stremato, sudato e vittorioso puoi scendere. Ce l’hai fatta, anche oggi. E la beatitudine ti avvolge

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email