Mi sono presa una vacanza. Qualche giorno fa avevo esternato il fatto che non avevo più batterie, e detto-fatto sono partita. Sono andata a Parigi. Meta vicina ma sempre interessante da visitare o anche solo da vivere facendo finta di essere parigini

Avevo bisogno di questa vacanza come non mai. Avevo bisogno di staccare la spina, avevo la necessità interna di lasciare Milano, il mare e tutti i luoghi noti per abbandonare la mia casetta pe qualche giorno, quelli che bastano per rendersi conto che sei in un altro luogo, che non hai orari e che il tuo unico impegno prossimo è l’aereo che ti riporterà in terra natia. Ogni tanto fa bene, ogni tanto ci arrivi perchè non potresti fare altrimenti. Questo secondo caso mi calza a pennello.
Troppo stress, troppi impegni e sopratutto troppi pensieri confusi che andavano sistemati lasciando decantare la sabbia che si era mossa fra gli ingranaggi

Sono tornata con molte foto, nonostante il meteo non sia stato proprio dalla mia parte, ma sopratutto con una visione diversa, come se il fisheye mi avesse aiutato a far luce nel buio che mi attorniava. E mo’ vediamo come si sviluppa

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email