E poi alla fine arriva sempre il Natale, le luci e l’albero sono lì, come a simboleggiare che tutto quello che di religioso c’è in questa festa lo abbiamo lasciato per strada

Alcuni amici e sconosciuti mi hanno chiesto, durante i mesi, perché, fra tanti nomi, ho scelto proprio questo, per questo blog. Dire che odio il Natale fa sempre una sua scena, un suo effetto, la gente mi guarda incredula, storce il naso e poi si fa un pensiero di me lontanissimo dalla realtà. Dire che salterei tutto il periodo arrivando direttamente al 31 per stilare i buoni propositi sarebbe essere sinceri solo per un pezzettino, e non mi sembrerebbe giusto

Bisogna tornare indietro e raccontare una storia, che a sua volta mi è stata narrata.
Bisogna arrivare ad una bambina che ora non c’è più che prima di sparire però ha voluto condividere una cosa che l’ha fatta soffrire al punto che ha avuto una sua reazione talmente forte da portarsela dietro per tutta la vita.

Era piccola, c’era la guerra. Per Natale non le arrivò nulla. Ma piccola lei non capiva il motivo, le avevano sempre detto che se fosse stata brava le sarebbero arrivati in dono i suoi desideri. Il 25 si svegliò e non trovò nulla, così andò dalla mamma piagnucolando e chiedendo come mai babbo Natale non era arrivato. Ma la madre aveva altri pensieri, ben più grandi ed importanti che quello di preservare i sogni di una bimba di cinque anni le rispose con tono cattivo rapido e senza possibilità di discussione: “sei così sciocca da pensare davvero che babbo Natale esista? Siamo io papà che compriamo le cose e le facciamo trovare sotto l’albero e da oggi non ci troverai più nulla”

Dicono che bisogna sempre dire la verità, anche se fa male. Dicono che omettere a volte è meglio anche se non è leale. Dicono che i sogni vanno lasciati i bambini, perché poi da grandi perderanno quelle ingenuità pulite sincera

Dicono che i bombardamenti le portarono via la casa, la mamma, il papà e due fratelli e che quella bambina si trovò ad essere grande quando non avrebbe dovuto. Che ha vissuto senza albero, presepe, luci regali è una pura verità, ma nonostante tutto ha portato dentro di sé la fede e l’amore per il prossimo, senza guardare un calendario, senza focalizzarsi su un giorno di dicembre.

Vorrei semplicemente fare altrettanto. A tutti voi altri, Buon Natale.

Share if you like! :)
Pinterest Twitter Facebook Posterous Email